Presentazione: Gianluca Garelli, La questione della bellezza (Torino, 10 Aprile 2017)

Il prossimo Lunedì 10 Aprile si terrà a Torino la presentazione dell’ultimo libro di Gianluca Garelli La questione della bellezza. Storia e dialettica di un’idea filosofica (Einaudi 2016).

L’evento si terrà alle ore 18.00 presso la Sala Musica del Circolo dei Lettori (Via Bogino 9). Introdurrà Federico Vercellone (Università di Torino), e discuteranno con l’autore Giuseppe Cambiano (Scuola Normale Superiore di Pisa) e Roberto Gilodi (Università di Torino).

L’ingresso è libero. La locandina dell’evento può essere scaricata a questo link.

 

Gianluca Garelli (Torino, 1969) insegna presso l’Università di Firenze. Esperto di filosofia classica tedesca e di storia dell’estetica, ha tradotto la Fenomenologia dello spirito di Hegel e l’Antropologia dal punto di vista pragmatico di Kant (Einaudi 2008 e 2010). Oltre a La questione della bellezza, tra i suoi ultimi lavori si ricordano Lo spirito in figura. Il tema dell’estetico nella “Fenomenologia dello spirito” di Hegel (Il Mulino 2010) e Hegel e le incertezze del senso (ETS 2012).

Dalla nota di copertina:

Dalla poesia epica e lirica della Grecia arcaica a Platone, da Kant a Hegel, dal materialismo dialettico a Adorno, le varie forme che la dialettica del bello ha assunto nel corso del pensiero occidentale sembrano disegnare una costellazione che continua a sollecitare chi la contempla, anche in prospettiva non strettamente filosofica. Pensiamo ai gesti provocatori di molta arte contemporanea, o al nostro controverso rapporto con l’idea di «natura»; ma anche a mentalità e ideologie che sembrano oggi pervadere ogni aspetto del mondo globalizzato, costruendo le identità simboliche collettive e insinuandosi negli individui in modo da plasmarne in profondità le menti e i corpi. Senza rinunciare a riflettere sulla bellezza, la filosofia deve ponderare con cautela le definizioni rassicuranti che di essa produce la razionalità strumentale. Pensare l’esperienza del bello in modo dialettico richiede di soffermarsi sulle pieghe e sulle incertezze della tradizione, per riconoscervi l’inquieta coappartenenza di bellezza e libertà.

 

Lascia un commento

Archiviato in News, Senza categoria

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...